Area Riservata
Il progetto Gate e la nuova viabilità nel medioponente cittadino

Il progetto GATE ed importantissimo per il rilancio del  medioponente. Prevede infatti un gran numero di innovazioni che in sintesi sono:

 

Nel 2012 la Regione Liguria, il Comune di Genova, la Società per Cornigliano e l’Aeroporto di Genova hanno presentato all’Europa il progetto GATE: un treno per l’Europa nell’ambito del programma TEN Trans-European Transport Network Executive Agency.

Il progetto prevede di costruire una nuova stazione a Sestri Ponente nelle adiacenze del distributore di benzina ENI in fondo a Via Albareto, di spostare la stazione di Sestri Ponente davanti al mercato dove è già pronto il sottopasso allargando l’intera Via Puccini sfruttando quello ora è il binario 1, di creare una nuova stazione ferroviaria in via San Giovani d’Acri a Cornigliano e di collegare dalla nuova stazione ferroviaria Aeroporto-Erzelli  sia l’aeroporto che gli Erzelli. E’ previsto per ogni stazione ferroviaria un parcheggio di interscambio e la realizzazione di una pista ciclabile.

Il progetto è stato approvato e finanziato per effettuare gli studi ed i progetti, il Comune ha rivisto il PUC e tutto è pronto per dare il via ai lavori che inspiegabilmente non partono. Un progetto fondamentale per il ponente cittadino e per la viabilità cittadina.

Quello che segue è la RELAZIONE GENERALE DI INQUADRAMENTO DEL PROGETTO

INQUADRAMENTO        DEGLI   INTERVENTI       NELL’AMBITO   DELLE  TRASFORMAZIONI INFRASTRUTTURALI E URBANE

INTERVENTI DI INFRASTRUTTURAZIONE NELL’AREA FRA SESTRI PONENTE E CORNIGLIANO

INTERVENTI FERROVIARI, Trasporto Pubblico Locale (TPL) E PARCHEGGI

Tabella INTERVENTI A FAVORE E DI POTENZIAMENTO DEL TPL A PONENTE

INTERVENTI VIARI – stradali ed autostradali

Tabella INTERVENTI A SCALA URBANA Tabella CONNESSIONI CON LE VALLI Tabella INTERVENTI A SCALA LOCALE

AREE DI TRASFORMAZIONE URBANA nella FASCIA COSTIERA PEGLI – CORNIGLIANO

Tabella Piano Urbanistico Comunale (PUC)

AREE INTERESSATE DAL PROGETTO GATE

INQUADRAMENTO NEGLI ATTI DI PIANIFICAZIONE URBANISTICA

–             PIANO URBANISTICO COMUNALE DEFINITIVO (approvato con DCC n°42 del 30/07/2015)

NORME DI CONFORMITÀ – DISCIPLINA URBANISTICO EDILIZIA SIS-I7 – INFRASTRUTTURE

Struttura del Piano Liv 3 – Assetto urbanistico Livello locale di Municipio – con efficacia prescrittiva SIS-I5 – INFRASTRUTTURE

AR-UR ambito di riqualificazione urbanistica – residenziale ACO–L 4 – Arco costiero di Conservazione Marina di Sestri

Distretto 7 Piaggio Aeroporto ( PTCIP ACL – AREE 8 CANTIERI AERONAUTICI E 10 AEROPORTO)

Distretto 8 Polo industriale di Cornigliano ( PTCIP ACL – AREA 12 POLO SIDERURGICO NON A CICLO INTEGRALE DI CORNIGLIANO /ATTIVITA’ PORTUALE)

PIANO URBANISTICO COMUNALE VIGENTE (DPGR n.44/2000)

OTTEMPERANZA ALLE INDICAZIONI DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) REGIONE LIGURIA

PIANO DI SVILUPPO AEROPORTUALE (PSA) VIGENTE E IN FASE DI REVISIONE

PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ (PUM) – 2010/2012

LE ANALISI PRELIMINARI IL PROGETTO

LE FERMATE FERROVIARIE

LA CABINOVIA

L’ADEGUAMENTO VIARIO

MODIFICHE ALLA VIABILITA’

NODO VIARIO AEROPORTO/ERZELLI/AUTOSTRADA/VIABILITA’ URBANA

VIABILITA’ URBANA – ADEGUAMENTO VIA SIFFREDI (AURELIA)

Mobilità dolce – percorso ciclopedonale

ACCESSIBILITA’ AL NODO INTERMODALE ED ALLA FERMATA FERROVIARIA

ACCESSO DA VIA SIFFREDI (AURELIA) AI SERVIZI ED ALLA FERMATA FERROVIARIA

ACCESSO AL NODO INTERMODALE AI SERVIZI ED ALLA FERMATA FERROVIARIA RILIEVO TOPOGRAFICO

INQUADRAMENTO        DEGLI   INTERVENTI       NELL’AMBITO   DELLE              TRASFORMAZIONI INFRASTRUTTURALI E URBANE

INTERVENTI DI INFRASTRUTTURAZIONE NELL’AREA FRA SESTRI PONENTE E CORNIGLIANO

L’area urbana compresa fra Pegli e Cornigliano, oltre ad essere tra i settori urbani ove maggiore è la concentrazione di distretti di trasformazione, è direttamente coinvolta in progetti, alcuni in fase di avanzata attuazione, di potenziamento infrastrutturale volto a modificarne sostanzialmente l’accessibilità su strada e su ferro, e la mobilità di mezzi pubblici e privati anche e soprattutto dolce ed ambientalmente sostenibile.

INTERVENTI FERROVIARI, Trasporto Pubblico Locale (TPL) E PARCHEGGI

Infatti successivamente all’entrata in esercizio del potenziamento della rete ferroviaria regionale ed interregionale che si sta attuando con il “Nodo Ferroviario – Potenziamento infrastrutturale Genova Voltri- Brignole (Del CIPE n° 85/2006 Legge Obiettivo 443/2001)”, le tratte dei binari costiere, in particolare tra Sampierdarena e Voltri, potranno essere sgravate dal traffico ferroviario extralocale e merci ed essere principalmente dedicate al servizio metropolitano ferroviario.

INTERVENTI A FAVORE E DI POTENZIAMENTO DEL TPL A PONENTE

Tale “declassamento” di tale tratta ferroviaria, al servizio metropolitano dovrà essere accompagnato anche l’infittimento delle fermate ferroviarie lungo la linea, come programmato da accordi fra gli Enti territoriali e la Rete Ferroviaria Italiana che insieme hanno posto le basi per questo sviluppo dagli anni ’90 (Metropolitanizzazione Ferroviaria – Protocolli di Intesa del 22.10.1999 e del 03.10.2008), oltrechè al rinnovamento del materiale rotabile ed alla necessaria riorganizzazione del servizio,

In particolare il Polo portuale e navale di Multedo/Sestri Ponente potrà essere servito con le nuove fermate di Multedo (PI 1999/2008) e di Sestri Ovest (PI 2008), quest’ultima allo studio nell’ambito dei progetti di insediamento produttivo e commerciale nell’edificio delle ex Fonderie Ansaldo, di ribaltamento a mare dei cantieri navali Fincantieri di Sestri Ponente e di riqualificazione delle aree che saranno liberate ad usi urbani.

FERMATA FERROVIARIA SESTRI PONENTE OVEST

Nuova fermata di Sestri Ovest prevista nel Piano Urbanistico Comunale e negli accordi fra Enti territoriali e Rete Ferroviaria Italiana (PI 2008), allo studio nell’ambito delle prescrizioni ai distretti di PUC di Multedo (4) e Sestri Ponente Fincantieri (5) da progettare parallelamente alla prescrizione per un canale viario assimilabile a strada di scorrimento parallelo a via Merano

FERMATA FERROVIARIA DI SESTRI PONENTE

Revisione del piano del ferro per consentire la realizzazione della nuova fermata Aeroporto/Erzelli e l’allargamento di via Puccini con viabilità assimilabile a strada di scorrimento, progettazione preliminare finanziata dalla CEE con il progetto GATE

FERMATA FERROVIARIA DI AEROPORTO-ERZELLI

Nuova fermata ferroviaria prevista nel Piano Urbanistico Comunale e negli accordi fra Enti territoriali e Rete Ferroviaria Italiana (PI 1999/2008), progettazione definitiva finanziata dalla CEE con il progetto GATE è prevista la contestuale dismissione dell’attuale fermata di Cornigliano.

SISTEMA DI TRASPORTO COLLETTIVO PER IL COLLEGAMENTO FRA TERMINAL PASSEGGERI E STAZIONE FERROVIARIA DI AEROPORTO/ERZELLI (1°tratta) AEROPORTO-VIA SIFFREDI

Nuovo sistema di risalita previsto nel Piano Urbanistico Comunale, in Accordi e strumenti di pianificazione sovraordinati e nel Piano di Sviluppo Aeroportuale, progettazione preliminare e definitiva della prima tratta dall’aerostazione sino alla fermata ferroviaria, a cura di Aeroporto spa, finanziata dalla CEE con il progetto GATE

SISTEMA DI TRASPORTO COLLETTIVO PER IL COLLEGAMENTO FRA TERMINAL PASSEGGERI E STAZIONE FERROVIARIA DI AEROPORTO/ERZELLI ED ERZELLI (2°tratta) VIA SIFFREDI-ERZELLI

Nuovo sistema di risalita previsto nel Piano Urbanistico Comunale, in Accordi e strumenti di pianificazione sovraordinati e nel Piano di Sviluppo Aeroportuale, progettazione della seconda tratta dalla fermata ferroviaria Aeroporto/Erzelli di via Siffredi ad Erzelli a cura di GHT spa (soggetto attuatore dell’intervento di Erzelli)

NODO INTERMODALE AEROPORTO

Nodo intermodale previsto nel Piano di Sviluppo Aeroportuale, in fase di revisione in ottemperanza alle prescrizioni del Decreto di pronuncia di compatibilità ambientale (DEC/VIA76916/2002) in atto (call) richiesta di finanziamento della progettazione alla CEE

FERMATA DI CORNIGLIANO – SAN GIOVANNI D’ACRI

Nuova fermata ferroviaria all’estremo levante di Cornigliano in prossimità della sponda destra (dx) della foce del torrente Polcevera, prevista nel Piano Urbanistico Comunale e negli accordi fra Enti territoriali e Rete Ferroviaria Italiana, progettazione definitiva finanziata dalla CEE con progetto GATE in coordinamento con l’intervento della Strada di Scorrimento a Mare (opera conclusa)

ATTRACCO NAVEBUS FOCE POLCEVERA

Nuovo attracco del sistema di trasporto Navebus da localizzare in sponda destra (dx) della foce del torrente Polcevera, previsto nel Piano Urbanistico Comunale

Fra Sestri Ponente e Cornigliano la riorganizzazione del sistema del ferro porterà alla revisione del Piano Regolatore del Ferro di Sestri Ponente (prescritta nel PI del 07/02/2014 – GATE) rendendo possibile l’allargamento di via Puccini (2 corsie per senso di marcia), la costruzione della nuova fermata FS Aeroporto /

Erzelli (prescritta nel PI 2014 – GATE) ed alle contestuali dismissione della fermata FS di Cornigliano (PI 2014 – GATE) e costruzione della nuova fermata FS di Cornigliano S.G. d’Acri (prescritta PI 2014 – GATE) maggiormente baricentrica rispetto all’omonimo nucleo urbano.

La nuova fermata FS Aeroporto / Erzelli costituisce una delle connessioni intermodali fondamentale del polo intermodali che ha il suo baricentro nel parcheggio di interscambio previsto tra la nuova fermata ferroviaria e l’aerostazione dell’aeroporto “Cristoforo Colombo”, direttamente connesso con la viabilità autostradale ed urbana sia a monte (Erzelli e casello autostradale) che a mare (Marina di Sestri e Aeroporto). Al fine di connettere e favorire il superamento dei 750 ml che separano la prevista fermata ferroviaria rispetto all’aerostazione, la proposta di Piano di Sviluppo Aeroportuale prevede la realizzazione di un collegamento pedonale assistito, nello specifico studi di fattibilità hanno fatto propendere per il sistema a cabinovia Aeroporto/via Siffredi – I° tratta (GATE) anche per la possibilità della sua estensione verso via Siffredi/Erzelli – 2° tratta ove è in corso la realizzazione di un Polo scientifico tecnologico col trasferimento in sito della nuova sede della Scuola Politecnica dell’Università di Genova.

Il progetto G.A.T.E. (Genoa A Train to Europe), sviluppa i progetti di alcune delle componenti fondamentali del polo intermodale aeroporto/ferrovia/viabilità locale ed autostradale/mobilità lenta ed assistita per i passeggeri, sviluppando i progetti per le fermate ferroviarie di Sestri Ponente, Aeroporto-Erzelli, Cornigliano, Cornigliano-S.Giovanni D’Acri e per il primo tratto della cabinovia Aeroporto-Calcinara-Erzelli, che si attesterà in prossimità del previsto parcheggio di interscambio, costituirà la struttura portante del nuovo nodo.

PUC adottato – TAV 1.1 SISTEMA INFRASTRUTTURALE

 

Come innanzi fatto cenno il polo di interscambio trova il suo baricentro nell’area che ospiterà il parcheggio, per l’appunto, di interscambio (la proposta di Piano di Sviluppo Aeroportuale (PSA) in fase di valutazione

per l’approvazione da parte degli Enti territoriali competenti, programma la realizzazione di un Parcheggio multipiano, con capacità di circa 1500 posti auto, destinato sia agli utenti aeroportuali, passeggeri che addetti, che ad un più ambio bacino di utenza urbano), la Stazione dei bus, per gli autobus pubblici di linea e i bus privati a servizio delle attività crocieristiche, l’arrivo della cabinovia dall’aeroporto (integrati alle funzioni previste dal progetto del PSA) in fase di valutazione per l’approvazione da parte degli Enti territoriali competenti) ed è direttamente collegato alla fermata ferroviaria Aeroporto-Erzelli con una passerella.

Destinata al collegamento con le Reti TENT ed in generale al Trasporto Pubblico, la nuova fermata FS Aeroporto / Erzelli influirà sia sui flussi passeggeri metropolitani, facilitando altresì il collegamento con le Grandi Stazioni di Ge-Principe e Ge-Brignole, dove si attesterà il tratto iniziale del corridoio 6 TEN-T dell’Alta Velocità (tratta AV/AC Milano-Genova/Terzo Valico dei Giovi) e con i terminal traghetti e crociere del porto antico di Genova (MSC, Costa, Tirrenia, GNV, Moby, ecc) agganciando direttamente l’aeroporto cittadino alla rete del ferro.

In ambito locale tali previsioni potranno influenzare positivamente le trasformazioni nell’area di Sestri/Calcinara, profilando l’opportunità di individuare ambiti di valorizzazione differente nelle aree a monte ed a valle dell’asse via Siffredi-via Manara, del porticciolo e delle residenze della Marina di Sestri, dell’Aeroporto e di Erzelli.

Di conseguenza mentre il nuovo asse di scorrimento a mare (vedi realizzazioni di cui infra: strada a mare e connessione diretta con la rete autostradale sia a levante – nodo San Benigno – che a ponente – ultimo  lotto strada a mare: rampe di collegamento con il casello autostradale -) e alcune opere stradali connesse al terzo valico (galleria casello autostradale Genova Aeroporto-Borzoli), potranno supportare logisticamente anche nuove trasformazioni a carattere più prettamente logistico e produttivo, il tessuto cittadino a monte della ferrovia, significativamente sgravato dal traffico pesante di attraversamento, potrà riacquistare le condizioni per l’incentivazione della mobilità dolce ambientalmente sostenibile, indicendo di fatto una sensibile riqualificazione del contesto urbano di riferimento.

INTERVENTI VIARI – stradali ed autostradali

Gli interventi viari, in progettazione, a cura di vari soggetti che contribuiscono allo sviluppo della città di Genova, completeranno, con quelli in realizzazione, l’asse di scorrimento del ponente cittadino e gli accessi al sistema autostradale. Da levante a ponente la viabilità di scorrimento troverà cosi il suo completamento dopo l’apertura al traffico della Strada di Scorrimento a Mare (SSM) avvenuto a febbraio 2015.

INTERVENTI A SCALA URBANA
NODO DI SAN BENIGNO accesso da ovest al porto di Genova

La riqualificazione e riorganizzazione Nodo di San Benigno, fa parte del Nodo Stradale e Autostradale di Genova, per il miglioramento degli accessi al casello autostradale di Genova Ovest, al porto, alla sopraelevata ed alla sopraelevata portuale a cura di Autostrade per l’Italia- ASPI (lavori in fase avanzata di realizzazione)

LUNGOMARE CANEPA dal Nodo di San Benigno a Sampierdarena

Il potenziamento di Lungomare Canepa (LMC) tratta stradale di prosecuzione a levante della Strada di Scorrimento a Mare (SSM) verso il porto di Genova è un progetto a cura di Sviluppo Genova per Società per Cornigliano, finanziato da ANAS (in fase conclusiva di progettazione)

SOPRAELEVATA PORTUALE dal Nodo di San Benigno a Cornigliano

Il potenziamento, prolungamento e collegamento della Sopraelevata Portuale da San Benigno alle aree logistiche portuali di Cornigliano sulla sponda destra della foce del Torrente Polcevera è a cura di Autorita’ Portuale di Genova (APGE) (conclusa progettazione, finanziato)

STRADA DI SCORRIMENTO A MARE da Sampierdarena a Cornigliano

Completamento delle connessioni della Strada di Scorrimento a Mare (SSM) e dei raccordi di sponda con il Polcevera (Adp Societa’ per Cornigliano per dismissione aree ex acciaierie ILVA)

NODO VIARIO DI ERZELLI

Riorganizzazione del nodo viario interessante le connessioni fra Aurelia/Aeroporto/marina di Sestri/Erzelli/Autostrada (in fase di progettazione)

PROSECUZIONE DELLA VIABILITA’ DI SCORRIMENTO A SESTRI PONENTE

La riqualificazione di via Puccini con allargamento a 2 corsie per senso di marcia prevista nel Piano Urbanistico Comunale definitivo adottato, è la tratta stradale che darà prosecuzione a levante alla viabilità di scorrimento (in progettazione)

PROSECUZIONE DELLA VIABILITA’ DI SCORRIMENTO DA SESTRI PONENTE A MULTEDO

La realizzazione della viabilita’ di scorrimento da Sestri Ponente a Multedo prevista nel Piano Urbanistico Comunale definitivo adottato, coinvolge i distretti di Multedo e Fincantieri (in concertazione e progettazione fra i soggetti interessati)

CASELLO AUTOSTRADALE DI GENOVA PEGLI

La modifica dell’accesso viario al Casello Autostradale di Genova Pegli, prevista nel Piano Urbanistico Comunale definitivo adottato, coinvolge il distretto Fondega sud Carmagnani (prescrizione della Regione Liguria al PUC adottato)

Tali infrastrutture una volta terminate e collegate in continuità con la recente via Albareto (tratto intermedio della viabilità di scorrimento già realizzato fra Cornigliano e Sestri Ponente), costituiranno un unico asse di scorrimento da Sampierdarena a Pegli, come rappresentato anche dal progetto di Piano Urbanistico Comunale in itinere (in ultimo DCC 42 del luglio 2015 di approvazione del progetto definitivo di PUC).

Sviluppo della viabilità costiera di scorrimento dal porto di Genova a Pegli

Inoltre, come innanzi fatto cenno, la realizzazione della viabilità propedeutica alla cantierizzazione della TRATTA AC/AV MILANO GENOVA-TERZO VALICO DEI GIOVI (Delibera CIPE n. 80/2006 – Legge Obiettivo n.

443/2001), a ponente prioritariamente individuata negli interventi denominati: collegamento casello GE- Aeroporto – Borzoli (NV01) in realizzazione, Borzoli – Chiaravagna (NV02) in realizzazione, Val Chiaravagna (NV03) e destinata al collegamento fra le aree di approvvigionamento dei materiali, di smaltimento e dei cantieri dell’opera, al contempo, permetterà anche di risolvere definitivamente la criticità del transito dei mezzi pesanti da/per le cave della Val Chiaravagna. Questo traffico da sempre condiziona in termini di sicurezza e riqualificazione la parte bassa della val Chiaravagna e soprattutto la zona di levante di Sestri Ponente detta Calcinara.

CONNESSIONI CON LE VALLI
CANTIERIZZAZIONE TERZO VALICO – NUOVA VIABILITA’ 01

galleria di collegamento fra il Casello Ge-Aeroporto e Borzoli (in realizzazione)

CANTIERIZZAZIONE TERZO VALICO – NUOVA VIABILITA’ 02

galleria fra Borzoli e la val Chiaravagna (in realizzazione)

CANTIERIZZAZIONE TERZO VALICO – NUOVA VIABILITA’ 03

viabilità della Val Chiaravagna (progettazione in fase di ottimizzazione)

Il progetto del nuovo Nodo Viario Erzelli/Aeroporto/Autostrada ad oggi in fase di valutazione da parte degli Enti territoriali e dei soggetti interessati, distribuirà i flussi di traffico lungo la strada costiera ponente/levante (Aurelia), verso l’Aeroporto, Erzelli ed il casello autostradale di Genova Aeroporto, connettendo le nuove direttrici di traffico:

INTERVENTI A SCALA LOCALE
LOTTO 10 SSM

realizzazione dei raccordi viari dalla Strada di Scorrimento a mare (SSM) per accesso diretto al Casello Autostradale di Genova Aeroporto (in fase conclusiva della progettazione esecutiva a cura Sviluppo Genova per Societa’ per Cornigliano spa)

RIQUALIFICAZIONE DI VIA CORNIGLIANO

Individuato il progetto vincitore del concorso di progettazione per la riqualificazione ad una mobilità sostenibile per mezzi pubblici e ciclopedonale curato da Societa’ per Cornigliano spa

VIABILITA’ DI ACCESSO DA SUD AL NUOVO INSEDIAMENTO DI ERZELLI

Modifiche al tratto finale di via dell’Acciaio per la connessione al nodo viario a cura di GHT spa soggetto realizzatore dell’insediamento di Erzelli

PIANO DI ADEGUAMENTO E AGGIORNAMENTO DEL SISTEMA STRADALE E DEL QUADRO URBANO AL PROGETTO DELLA FERROVIA, PROGETTAZIONE STRADALE DI VIA SIFFREDI

adeguamento di via Siffredi all’inserimento della fermata ferroviaria di Aeroporto/Erzelli, attività di progettazione 2.2 prevista nel progetto GATE, a cura del Comune di Genova.

Nodo viario di Erzelli fra Cornigliano e Sestri Ponente

AREE DI TRASFORMAZIONE URBANA nella FASCIA COSTIERA PEGLI – CORNIGLIANO

L’area urbana compresa nella fascia costiera fra Pegli e Cornigliano è oggetto di grandi trasformazioni destinate a modificarne ulteriormente l’uso in futuro. Le trasformazioni in atto e previste nel PUC definitivo approvato in Consiglio Comunale con DCC n°42 del 30/07/2015, interessano aree di 8 Distretti di trasformazione e 5 aree disciplinate con Norme Speciali, nonché l’arco costiero (ACO-L) della Marina di Sestri, rispettivamente disciplinate nel Piano Urbanistico Comunale in Norme di Congruenza, Norme Generali e Norme di Conformità (SISI-I ACO-L).

Date le destinazioni legate allo sviluppo di attività portuali, aeroportuali, manifatturiere, di alta tecnologia, universitarie e sanitarie (possibile localizzazione dell’ospedale del ponente ad Erzelli o Cornigliano), nonchè volte alla razionalizzazione delle funzioni prettamente urbane dell’immediato intorno nodale, l’aspetto infrastrutturale come sopra sviluppato e, soprattutto un sistema di trasporto pubblico efficiente, costituiranno fattore determinante per uno sviluppo sostenibile a fronte del previsto aumento del bacino di utenti.

Norme di congruenza – DistrettI Norme  generali              –            Norme speciali Norme  di              conformità              – Ambiti
2. CARMAGNANI – FONDEGA SUD 38. VIA CHIARAVAGNA ACOL 4 Arco costiero di Conservazione Marina di Sestri
3. SUPERBA 60. ENEL PACINOTTI SIS I 5 N.8 – NODO Erzelli
4. MULTEDO 71. COMPLESSO ABB/ELPIS VIA ALBARETO SIS I 5 N.20 – NODO Impianto di risalita

– parcheggio interscambio Erzelli

5. SESTRI P. FINCANTIERI 72. COMPLESSO INDUSTRIALE ESAOTE
6. NUOVA SESTRI P. 83. PRU (Programma di Riqualificazione
Urbana) di Cornigliano
7. PIAGGIO AEROPORTO (PTCIP ACL AI 8 -10)
8. POLO INDUSTRIALE DI CORNIGLIANO (PTCIP ACL AI 12)
10 PARCO SCIENTIFICO TECNOLOGICO ERZELLI (PTCIP ACL AI 11)
11.SAN GIOVANNI D’ACRI BOMBRINI

AREE INTERESSATE DAL PROGETTO GATE

INQUADRAMENTO NEGLI ATTI DI PIANIFICAZIONE URBANISTICA

PTCIP ACL, PUC DEFINITIVO APPROVATO IN CONSIGLIO COMUNALE (PUC 2015), V.A.S. REGIONE LIGURIA, PUC VIGENTE (PUC 2000), PIANO DI SVILUPPO AEROPORTUALE (PSA) VIGENTE, PIANO DI SVILUPPO AEROPORTUALE (PSA) IN REVISIONE, PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ (PUM) – 2010/2012

PIANO URBANISTICO COMUNALE DEFINITIVO (approvato con DCC n°42 del 30/07/2015)

Restringendo la visione alle aree interessate dal progetto GATE i distretti di trasformazione del Piano Urbanistico Comunale (PUC) vigente e definitivo approvato (DCC n. 42/2015 ancora in attesa delle definitive determinazioni degli Enti sovraordinati Città Metropolitana e Regione) interessati, rimandano a due aree adiacenti disciplinate dal PTC IP ACL (AI 10, AI 12) che coprono interamente la zona interessata dal polo intermodale (parcheggio, passerella, fermata FS Aeroporto/Erzelli) e fermata di Cornigliano San Giovanni d’Acri, e ad una terza area per quanto riguarda la fermata di Sestri Ponente (AI 7) e da ultimo ad aree demaniali in concessione all’Aeroporto di Genova. Le indicazioni relative al potenziamento del Trasporto Pubblico Locale (TPL), ancorchè, in accordo con Regione Liguria ed Autorità Portuale di Genova, sia imminente una revisione per l’aggiornamento delle Aree di Intervento del PTC IP ACL (Piano Territoriale di Coordinamento degli Insediamenti Produttivi dell’Area Centrale Ligure), sono confermate dal PUC definitivo in fase di adozione.

PUC adottato – tav 26/36 – LIVELLO LOCALE DI MUNICIPIO

NORME DI CONFORMITÀ – DISCIPLINA URBANISTICO EDILIZIA SIS-I7 – INFRASTRUTTURE

La stazione di Sestri Ponente nel PUC vigente era disciplinata (PTCIP ACL – AREA 7 STAZIONE SESTRI PONENTE) Ambito Infrastrutture (viabilità, ferrovia e trasporto pubblico in sede propria esistente), mentre oggi nel PUC definitivo adottato Livello 3, viene invece ad assumere la connotazione di ferrovia esistente per la sede dei binari e la fermata FS di Sestri Ponente in via Puccini, in tale ambito le trasformazioni sono disciplinate dalle SIS- I, in particolare SIS-I-7 “Immobili e aree ferroviarie” e relativa normativa di settore.

Struttura del Piano LIV 3 – Assetto urbanistico Livello locale di Municipio – con efficacia prescrittiva

Per quanto riguarda via Puccini, destinata a “SIS – I viabilità principale di previsione” in coerenza  con gli obiettivi di completamento dell’adeguamento della viabilità principale del ponente e con quanto concordato  nel P.I. sottoscritto il 07.02.2014, dove né è previsto l’allargamento:

art 2 “[…] Il Progetto preliminare della stazione ferroviaria di Sestri Ponente, che conterrà gli elaborati progettuali di tutte le opere necessarie all’inserimento dello stesso nella rete ferroviaria e per la realizzazione di una stazione ferroviaria, nonché una rivisitazione del piano regolatore ferroviario, comprendendo anche la ricollocazione di funzioni ed impianti, al fine di consentire l’allargamento di via Puccini giusta le previsioni del PUC […]”

SIS-I5 – INFRASTRUTTURE

Data la complessità del nodo Infrastrutturale in trasformazione ed interessato da diversi progetti, è stato individuato alle SIS-I 5 il Nodo Infrastrutturale n°20 con le principali indicazioni aventi efficacia direttiva.

[…]20. Impianto di risalita – parcheggio interscambio Aeroporto / Fermata ferroviaria / Polo Scientifico Tecnologico Erzelli La cartografia del PUC riporta la previsione del tracciato dell’impianto di risalita così come individuato nella Delibera di Giunta Comunale n° 245 del 30/07/09 “Valutazione di studi di fattibilita’ relativi a progetti di sistemi di trasporto rapido di massa ai fini della selezione da parte della Regione Liguria della priorita’ a valere sul bando di cui al D.M. n. 99 del 16.02.2009”, e nel progetto preliminare in corso di approvazione (L. 241/90) avente efficacia direttiva. Il nodo infrastrutturale è oggetto del progetto europeo di cui alla D.G.C. 317/2014 (presa d’atto della decisione europea n. C(2013)6941 del 15/10/2013 (Progetto GATE – GENOA AIRPORT: A TRAIN TO EUROPE). Nell’ambito di tale progetto saranno definiti il progetto definitivo dell’impianto di risalita (tratta Aeroporto-parcheggio di interscambio) ed il progetto definitivo della fermata ferroviaria (Aeroporto Erzelli) come concordato nel P.I. sottoscritto il 07.02.2014, approvato con D.D. del 07.02.2014 fra Regione Liguria, Comune di Genova, Società per Cornigliano, Società Aeroporto di Genova, Rete Ferroviaria Italiana, aventi efficacia direttiva.[…]

AR-UR ambito di riqualificazione urbanistica – residenziale

Gli unici edifici localizzati in via Siffredi di proprietà FS, in parte destinati a residenza e, nel PUC definitivo ricadenti in Ambito di Riqualificazione Urbanistica Residenziale, per l’adeguamento del piano del ferro e la realizzazione della fermata Aeroporto/Erzelli, dovranno essere demoliti.

La soluzione progettuale della fermata ancorchè richieda l’esproprio e la demolizione di tali immobili e la conseguente ricollocazione degli abitanti, anche in considerazione del fatto che, a seguito delle numerose trasformazioni urbane avvenute, sono ormai isolati dal contesto urbano e residenziale e circondati da infrastrutture, costituisce punto di partenza per risanare quindi una situazione inadeguata.

In alternativa od in fase transitoria è necessario studiare una soluzione progettuale che assicuri il decoro e la funzionalità della fermata che costituirà l’accesso dall’aeroporto alla città e viceversa. Anche in questo caso è necessaria una verifica dei costi delle opere.

L’intervento è coerente con le NORME GENERALI del PUC definitivo adottato:

[…] art 12 p 10. Funzioni ammesse in tutti gli ambiti Sono sempre ammesse nei singoli Ambiti, anche in assenza di specifica indicazione cartografica, nel rispetto delle relative norme progettuali di livello puntuale del PUC, delle ulteriori limitazioni dei piani territoriali sovracomunali e delle normative di settore:

infrastrutture di interesse locale con l’esclusione dei distributori di carburanti negli ambiti di conservazione e con l’esclusione degli impianti per la nautica da diporto;

servizi pubblici e parcheggi pubblici, nel rispetto delle norme progettuali di livello puntuale e delle eventuali limitazioni previste nella disciplina dei singoli ambiti relativamente alle tipologie di servizi ammesse.[…]

ACO–L 4 – Arco costiero di Conservazione Marina di Sestri

Il futuro polo intermodale è raggiungibile dai recenti svincoli stradali ed autostradali (anno 1999) nonché a mare anche da ponente attraverso via Marsiglia che connette la Stazione di Sestri Ponente e l’area del nuovo porticciolo di Sestri Ponente, di recente costruzione, dedicato a servizi ricettivi per la nautica e residenze.

Distretto 7 Piaggio Aeroporto ( PTCIP ACL – AREE 8 CANTIERI AERONAUTICI E 10 AEROPORTO)

L’ area del polo di interscambio, dell’arrivo della prima tratta dell’impianto e della partenza della passerella verso la fermata ferroviaria rientra in territorio di demanio aeroportuale.

Distretto 8 Polo industriale di Cornigliano ( PTCIP ACL – AREA 12 POLO SIDERURGICO NON A CICLO INTEGRALE DI CORNIGLIANO /ATTIVITA’ PORTUALE)

Il distretto comprende la passerella dal polo di interscambio alla fermata FS Aeroporto/Erzelli, la fermata FS Aeroporto/Erzelli.

Distretto di trasformazione 11 San Giovanni D’Acri Bombrini (PUC 2015)

La fermata FS nuova di Cornigliano San Giovanni d’Acri.

PIANO URBANISTICO COMUNALE VIGENTE (DPGR n.44/2000)

Per quanto attiene il PUC vigente in regime di salvaguardia, che decadrà al momento dell’approvazione del PUC definitivo a seguito dell’espressione di pareri vincolanti da pare degli Enti sovraordinati, analogamente al PUC  in itinere i distretti interessati rimandano alle aree adiacenti disciplinate dal PTCIP ACL (AI 8, AI 10, AI 12) che coprono interamente la zona interessata dal polo (parcheggio, passerella, fermata FS Aeroporto/Erzelli) e fermata di Cornigliano San Giovanni d’Acri, ad una quarta area per quanto riguarda la fermata di Sestri Ponente (AI 7) nonchè ad aree demaniali in concessione all’Aeroporto di Genova.

OTTEMPERANZA ALLE INDICAZIONI DELLA VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA (VAS) REGIONE LIGURIA

Il progetto GATE in quanto nodo intermodale e di interscambio, progettando la realizzazione di infrastrutture che favoriscono il trasporto pubblico “ambientalmente sostenibile” nonché l’adeguamento del tratto stradale di connessioni tra le isole ambientali di Cornigliano e Sestri Ponente ai fini della realizzazione di una pista ciclopedonale, procede nella direzione di attuare interventi perfettamente in linea con le richieste della Regione Liguria, Autorità competente, in sede di VAS (DGR n. 1280/2012 e correlato parere motivato n°27 del 9 ottobre 2012, inerente la Valutazione Ambientale Strategica e successiva D.G.R. n. 689/2014) in particolare per quanto riguarda le richieste in merito a “Qualità dell’aria e Mobilità” (p. 7 pag 28/29).

Infatti complessivamente il progetto GATE:

mitiga “[…] i potenziali effetti in termini di spostamenti attratti e generati che le previsioni di piano potrebbero produrre sul sistema della mobilità e quindi sulla qualità dell’aria, con particolare riferimento ai nuovi attrattori urbani (es. grandi strutture di vendita che richiamano quote elevate di mobilità individuale motorizzata) e a quelle direttrici infrastrutturali già caratterizzate da elevati flussi di traffico[…]” come nel caso specifico dell’aeroporto, del nuovo insediamento di Erzelli e della viabilità principale del ponente.

agevola allo scopo suddetto “[…] l’accesso al trasporto pubblico, riducendo al minimo le distanze dalle fermate, e migliorandone l’accessibilità pedonale; a tale scopo, le nuove aree edificate dovranno essere localizzate a distanze dalle fermate del trasporto pubblico indicativamente inferiori a: 300 metri per le fermate bus; 500 metri dalle fermate metro/stazione[…]” avvicinando l’aeroporto, con la nuova cabinovia, alle nuove fermate ferroviarie progettate di Aeroporto/Erzelli e Cornigliano/San Giovanni D Acri.

Progetta un tratto di “[…] Rete ciclopedonale che deve mettere in relazione il maggior numero possibile di luoghi generatori di interesse collegando, in modo continuo tra loro, almeno tutto il tratto costiero da ponente a levante e i principali assi vallivi […]” cercando il più possibile di “[…]realizzare percorsi ciclopedonali in sede propria e protetta in modo da renderli pienamente accessibili e fruibili e garantendo un’attenta progettazione degli spazi pubblici, evitando gli edifici barriera, i percorsi in adiacenza a strade di traffico intenso, i sottopassi, l’attraversamento di parcheggi e qualsivoglia altro elemento che rappresenti un freno all’utilizzo degli spazi […]”.

PUC adottato – LIV 2 tav 5bis – SISTEMA DEGLI ITINERARI CICLOPEDONALI

PIANO DI SVILUPPO AEROPORTUALE (PSA) VIGENTE ED IN FASE DI REVISIONE

Il Progetto GATE inoltre è coerente e sviluppa alcune delle previsioni del Piano di Sviluppo Aeroportuale, predisposto nel 2011 in aggiornamento al vigente.

Infatti in esito alle analisi ed alle strategie di sviluppo del traffico aereo inerente lo scalo genovese, coerentemente il nuovo PSA delinea il quadro degli interventi a partire dallo sviluppo delle connessioni intermodali.

Nello specifico individuando nella parte nord del sedime aeroportuale “una vasta area, di circa 2,6 Ha, prevalentemente occupata da immobili in disuso in forte stato di degrado che necessita da tempo di essere recuperata a servizio dell’aeroporto”, area per altro sita in posizione strategica nei pressi della linea ferroviaria e della viabilità di accesso all’aeroporto, il PSA evidenzia l’opportunità di realizzare in tale sito un vero e proprio terminal intermodale, con la funzione di cerniera e di scambio tra varie modalità di trasporto (aria-ferro- gomma-acqua).

“Il terminal intermodale, in tale posizione strategica, potrà svolgere la funzione di punto di partenza, di arrivo e di scambio dei flussi di traffico del trasporto aereo e ferroviario, di quelli legati al trasporto pubblico e privato su gomma, del collegamento funicolare con il futuro polo tecnologico della collina degli Erzelli, nonché dei percorsi pedonali assistiti con la stazione ferroviaria di Sestri e con il nuovo porto turistico.

La particolare posizione dello scalo in relazione al tessuto insediativo e alla città, e quella del terminal intermodale proposto, in relazione ai collegamenti urbani e regionali esistenti e previsti, richiedono funzioni e capacità del terminal stesso, non solo a servizio dell’aeroporto, ma dell’intero contesto urbano in cui è inserito. E’ presumibile infatti che una nuova stazione ferroviaria ed un terminal bus, dotati di parcheggio auto e di servizi complementari, generi una domanda da parte della città, che va oltre la mera domanda dei passeggeri aeroportuali” (rif. par. 12.1 Relazione Illustrativa Aggiornamento PSA 2011).

Tale strumento di pianificazione, di recente aggiornamento a seguito delle prescrizioni del Decreto V.I.A. del 23.01.2002 (ai sensi del DPR 383/94), è attualmente alla valutazione degli Enti competenti ai fini dell’approvazione in Intesa Stato-Regione ai sensi del DPR 383/1994 e ssmmii.

Il nuovo Piano di Sviluppo, oltre a prevedere opere a servizio dei passeggeri e del traffico aereo, è focalizzato sulla interconnessione modale dello scalo quale fattore di sviluppo. Lo scalo si colloca infatti in un contesto urbano, a poche centinaia di metri dalla linea ferroviaria internazionale Genova – Ventimiglia, pertanto le previsioni del P.S.A. contemplano la realizzazione del Nodo Intermodale localizzato principalmente in aree demaniali adiacenti la linea ferroviaria dove sarà realizzata la nuova fermata Aeroporto/Erzelli.

Le destinazioni principali del nodo intermodale contemplano la previsione: della cabinovia realizzata in due tratte (dall’Aeroporto alla fermata FS Aeroporto/Erzelli e dalla fermata ferroviaria ad Erzelli), della nuova fermata FS Aeroporto/Erzelli, del collegamento con la stazione di Sestri Ponente, di un’autostazione per i bus di linea, di un parcheggio di interscambio e di un centro direzionale con servizi funzionali all’Aerostazione.

Proposta per la revisione del Piano di Sviluppo Aeroportuale

PIANO URBANO DELLA MOBILITA’ (PUM) – 2010/2012

I Piani Urbani della Mobilità sono stati introdotti nell’ordinamento italiano nel 2000 (legge n. 340 Articolo 22 ), comprendono un insieme organico di interventi materiali e immateriali tesi a soddisfare i fabbisogni di mobilità della popolazione, abbattere i livelli di inquinamento atmosferico ed acustico, ridurre i consumi energetici, aumentare i livelli di sicurezza del trasporto e della circolazione stradale, minimizzare l’uso individuale dell’automobile privata, aumentare la percentuale di cittadini trasportati dai sistemi collettivi, ridurre fenomeni di congestione e favorire l’uso di mezzi alternativi di trasporto.

Il “documento finale” (PUM) del Piano Urbano della Mobilità del Comune di Genova è stato approvato con DCC

  1. 1/2010. Esso costituisce documento di pianificazione vasta che attesta la centralità strategica del Comune di Genova verso cui confluiscono le maggiori direttrici della mobilità, definisce gli scenari di medio e lungo periodo, prevedendo un insieme di interventi infrastrutturali, tecnologici, gestionali e organizzativi.

Lo sviluppo progettuale e gli strumenti utilizzati per l’elaborazione del PUM consentono di consolidare un disegno a medio – lungo termine che, adeguatamente integrato e fatto interagire con gli altri strumenti di pianificazione urbana, in primis PUC e Piano Energetico, costituisce un importante riferimento anche per ottenere un adeguato ritorno economico – sociale dagli investimenti ipotizzati. Al fine di garantire una piena coerenza tra i diversi strumenti di pianificazione, l’Amministrazione ha provveduto ad aggiornare lo scenario del Piano Urbano della Mobilità, comparandolo con gli indirizzi contenuti nel progetto preliminare del Piano Urbanistico Comunale ora in fase di approvazione del definitivo.

Il “documento finale” (PUM) è stato approvato con DCC n. 28/2012 sulla base dell’aggiornamento (DGC 374/2011). La disponibilità di un PUM formalmente adottato consente di renderlo operativo, coordinare l’avanzamento dei progetti e delle realizzazioni secondo le indicazioni di Piano, interloquire con gli altri soggetti istituzionali e con quelli realizzatori e/o finanziatori degli “elementi invarianti” ovvero delle opere la cui realizzazione segue iter indipendenti, sulla base di un quadro programmatico/finanziario definito.

Fra questi “elementi invarianti” la realizzazione del Nodo Ferroviario avviato nel 2010 ha permesso di proseguire con la progettazione della metropolitanizzazione ferroviaria e di coordinare la realizzazione delle nuove fermate in modo da prevedere i nodi di interscambio necessari.

Il Nodo di interscambio Aeroporto/Erzelli ha caratteristiche di nodo pubblico-privato e si configura come tale, a valle del piano del ferro, con la realizzazione del parcheggio situato in prossimità della cabinovia e della fermata ferroviaria per agevolare l’intermodalità” (Art. 3, comma 1, punto 34-bis del Codice della Strada introdotto dal

D.L. 27 giugno 2003, n. 151). A monte dei binari diventa un vero e proprio nodo “pubblico – pubblico” dove si realizza il passaggio tra diverse tipologie di trasporto pubblico e in cui viene pertanto facilitata il più possibile l’accessibilità e pertanto gli interventi sono coerenti con gli obiettivi prioritari allo scopo individuati nel PUM:

Completamento della maglia stradale urbana primaria

Sistema innovativo di trasporto pubblico di superficie su assi protetti

Prolungamento della linea metropolitana (ferroviaria)

Nuovi impianti di risalita

Nodi di interscambio pubblico-pubblico

Piste ciclabili e bike sharing

Le priorità degli interventi di PUM sono state ordinate in fasi per il superamento di criticità nella mobilità pubblica, per sanare situazioni di grave inadeguatezza degli standard di accessibilità, per accompagnare gli interventi sulla rete primaria del trasporto pubblico metrò/sistema innovativo con interventi di ottimizzazione dell’effetto rete, nodi di interscambio e sistemi di risalita e, con interventi di regolazione della domanda Blu Area, isole ambientali.

Nel sistema a “rete” i principali nodi di interscambio assumono importanza decisiva nel garantire un buon livello di servizio all’utenza e sincronizzare gli orari delle linee per minimizzare i tempi di attesa, tempi/distanze brevi di interscambio, confort e sicurezza nell’interscambio, buona qualità architettonica degli ambiti .

Per quanto riguarda il medio ponente cittadino, l’adozione di adeguate politiche del trasporto pubblico locale è legata in particolare, alle necessità generate dal nuovo insediamento degli Erzelli contestualmente allo sviluppo quali-quantitativo dei servizi metropolitani su ferrovia, per compensare un’auspicata riduzione del traffico automobilistico privato, la priorità attuativa della realizzazione del sistema di risalita Aeroporto-Erzelli nel PUM è collocata alla fase 2 (2015-2019).

Allo stesso modo per gli Interventi a favore della ciclabilità le previsioni del PUM auspicano in primis piste ciclabili che vadano a coprire le zone a maggiore densità turistica e commerciale del centro ed un ulteriore sviluppo dei percorsi ciclabili e/o ciclopedonali sull’intero percorso costiero e sulle vallate di penetrazione in Valpolcevera e in Valbisagno, comunque in un contesto dove le piste vanno a comporsi in una rete connessa anche con i punti del bike sharing.

In questo contesto di previsione per la mobilità dolce, come confermato nel PUC definitivo approvato (Liv 2 tav 5bis), il “tassello” ciclopedonale da Sestri a Cornigliano, che coincide in buona parte con il tratto dell’adeguamento viario previsto nel progetto GATE, a seguito delle modifiche al piano del ferro e stradale, va a connettersi con le previsioni per le rispettive Isole Ambientali, dove, nel PUM, l’attuazione di quella di Sestri è collocata nella fase 2 (2015 – 2019).

LE ANALISI PRELIMINARI

Lo sviluppo delle analisi preliminari corrisponde all’Attività 1 “preliminay analysis” del progetto GATE sviluppata dalla Regione Liguria capofila del progetto con dettagliate elaborazioni specifiche per le valutazioni di pre progetto, già condivisa con i partner ed a corredo del progetto.

L’analisi preliminare comprende tre studi effettuati durante l’attuazione: Att. 1.1 analisi della domanda e ripartizione modale

Att. 1.2 Analisi costi-benefici

att. 1.3 Valutazione del sistema di collegamento

Tali studi corrispondono alla Milestone 1_Preliminary analysis completed.

I PROGETTI

LE FERMATE FERROVIARIE

La progettazione delle fermate ferroviarie, corrisponde alle attività 2.1 “New railway station scheme Design” e

2.3 “Environmental pre-feasibility Study” del punto 2 (Railway Station scheme design) dello Strategic Action Plan (SAP).

Tali attività riferite alle Milestone n°2 “Railway station Preliminary Scheme design completed, n°3 “Rail works adaptation Scheme design completed” e n°5 “Rail Station Environmental pre-feasibility studies completed” sono descritte e prescritte nel PI del 07/02/2014 sottoscritto allo scopo nell’ambito del progetto GATE.

La progettazione è stata affidata alla Società di progettazione del gruppo Ferrovie dello Stato (FS) ITALFERR spa da Rete Ferroviaria Italiana (RFI).

È prevista la redazione di:

Progetto preliminare e definitivo della nuova fermata ferroviaria di Erzelli/Aeroporto, che conterrà gli elaborati progettuali di tutte le opere necessarie all’inserimento della stessa nella rete ferroviaria e per la realizzazione di una stazione ferroviaria, tale da assicurare lo scambio modale con l’aerostazione nonché con il futuro collegamento con l’insediamento della collina di Erzelli;

Progetto preliminare e definitivo della fermata ferroviaria di Cornigliano Est (San Giovanni D’Acri), che conterrà gli elaborati progettuali di tutte le opere necessarie all’inserimento della stessa nella rete ferroviaria e per la realizzazione di una stazione ferroviaria

Progetto preliminare della stazione ferroviaria di Sestri Ponente, che conterrà gli elaborati progettuali di tutte le opere necessarie all’inserimento della stessa nella rete ferroviaria e per la realizzazione di una stazione ferroviaria, nonché una rivisitazione del piano regolatore ferroviario, al fine di consentire l’allargamento di via Puccini giuste le previsioni del PUC;

A valle della realizzazione degli interventi sopraindicati è prevista la dismissione della fermata “storica” di Cornigliano, ormai interclusa dalle più recenti infrastrutture viarie, che verrà sostituita dalle due nuove fermate. In particolare da quella di San Giovanni D’Acri più funzionale agli accessi alle acciaierie in prossimità della foce del Polcevera, il cui progetto è stato coordinato attraverso i progettisti (Sviluppo Genova) per Società per Cornigliano spa, con le sistemazioni previste a monte della Strada di Scorrimento a Mare, recentemente aperta al traffico (febbraio 2015).

Analogamente nel corso della progettazione la sistemazione della fermata ferroviaria di Aeroporto/Erzelli è stata integrata con quella della prima tratta della cabinovia (GATE – Att 3: Airport-rail station link scheme design; milestone 6,7,8,9,10) per realizzare l’interconnessione e l’intermodalità con una passerella che superi le criticità dovute alle interferenze di quota con le rampe stradali di accesso all’aeroporto e con la cesura della linea ferroviaria.

Da ultimo il progetto preliminare del piano regolatore del ferro della stazione di Sestri Ponente contempla la previsione dell’allargamento della via Puccini (prosecuzione della strada di scorrimento del ponente) previsto negli atti di pianificazione della civica amministrazione.

Fermata Aeroporto-Erzelli

Fermata Cornigliano-San Govanni D’Acri

Fermata e Piano del ferro di Sestri Ponente

LA CABINOVIA

La progettazione dell’impianto della cabinovia nella tratta afferente al progetto GATE corrisponde all’ Attività 3 “Airport-rail station link scheme design”.

Tali attività riferite alle MIlestone 6_Cableway Scheme Design completed, 7_Rail Link environmental pre- feasibility studies completed, 8_Land side upgrade preliminary design completed, 9_Preliminary design for PTB refurbishment completed, 10_Operating project, PPP model and Business plan completed, a cura di Società Aeroporto spa, sono state affidate al Raggruppamento Temporaneo Dimensione Ingegnerie srl:

indagini preliminari, studio di prefattibilità ambientale con valutazione dei possibili impatti causati dalla cabinovia e dal suo funzionamento sull’ambiente, valutazione delle scelte tecniche e tecnologiche che possono ridurre al minimo gli impatti, misure di recupero ambientale con stima dei costi relativi

progettazione del sistema di trasporto scelto per collegare l’ aeroporto alla nuova stazione ferroviaria (lunghezza 590 ml).

progetto preliminare per lavori di ristrutturazione dell’edificio del Terminal aeroportuale per includere la stazione della cabinovia

progetto operativo – modello PPP e Business Plan

La proposta progettuale, è studiata in modo da essere compatibile in futuro con la partenza di un secondo impianto dalla Fermata FS ad Erzelli, da costruire nell’ambito del relativo SAU, con progettazione a carico della Società GHT che sta realizzando l’insediamento.

Le analisi dei flussi di utenza effettuate preventivamente alla progettazione, hanno evidenziato la necessità di differenziare le tratte anche dal punto di vista impiantistico, infatti la prima cabinovia dall’aeroporto alla fermata FS, sarà caratterizzata da un buon traffico di passeggeri, ma decisamente meno sostenuto rispetto a quello generato nel tratto dalla fermata ferroviaria verso l’insediamento di Erzelli che ospiterà attività direzionali, produttive, universitarie, residenze ed in prospettiva anche l’ospedale la cui localizzazione, con le alternative di Erzelli o Cornigliano, è in fase di definizione.

L’arrivo del sistema di trasporto nei pressi della ferrovia sarà integrato all’interno del nodo intermodale complesso previsto dal Piano di Sviluppo Aeroportuale, e collegato con una passerella alla futura fermata ferroviaria Aeroporto/Erzelli. Da quest’ultima, infatti sarà possibile raggiungere a piedi la partenza della cabinovia diretta all’aeroporto, che in futuro diventerà fermata intermedia e da dove partirà il secondo impianto per raggiungere il distretto di Erzelli in collina.

Proposta per il Piano di Sviluppo Aeroportuale  Cabinovia prima tratta ed alternative per la seconda tratta

Il sistema scelto per la tratta Aeroporto/Stazione, oggetto dell’incarico, è una soluzione, dal punto di vista tecnologico, caratterizzata da capacità massima pari a circa 500 pax/ora per senso di marcia, da aumentarsi a 700/800 pax/ora aumentando la dimensione delle cabine, ritenendo tale secondo valore allineato con la possibile domanda futura per il sistema di collegamento.

Tale soluzione, denominata “Pulsè” o “Vaevieni”, presenta oneri di realizzazione inferiori del 20% circa rispetto alla stima per un impianto ad ammorsamento ed oneri gestionali inferiori del 50% circa. Inoltre, questa tipologia di impianto, consente l’imbarco/sbarco a vetture ferme con ovvi benefici per i passeggeri con bagaglio.

Questa tipologia di impianto ha anche limitazione operative meno penalizzanti in condizioni di vento.

Cabinovia – arrivo/partenza presso la fermata ferroviaria di Aeroporto-Erzelli

L’ADEGUAMENTO VIARIO

La progettazione dell’adeguamento di via Siffredi corrisponde all’ Attività. 2.2 del progetto GATE “Rail works adaptation scheme design and Road system upgrade design”. Essa implica l’adeguamento del progetto ferroviario alla rete stradale ed alle aree urbane limitrofe con particolare attenzione al potenziamento della via Aurelia (per un tratto denominata via Siffredi), garantendo l’integrazione delle opere ferroviarie nel tessuto urbano, l’accessibilità pedonale e veicolare alle infrastrutture ed ai parcheggi.

Tale attività riferita alla Milestone 4_Road system upgrade design and urban framework è a cura del Comune di Genova che ha sviluppato la progettazione in regime di staff cost con professionalità interne con specializzazione in urbanistica, mobilità e topografia.

INQUADRAMENTO DELLE MODIFICHE ALLA VIABILITA’

NODO VIARIO AEROPORTO/ERZELLI/AUTOSTRADA/VIABILITA’ URBANA

Il previsto Nodo Viario Erzelli/Aeroporto/Autostrada distribuirà i flussi di traffico da/per Erzelli lungo  la direttrice costiera ponente/levante, verso l’Aeroporto, ed il casello autostradale di Genova Aeroporto, connettendo le nuove direttrici attraverso :

l’ accesso diretto al Casello Autostradale di Genova Aeroporto con la realizzazione dei raccordi viari dalla Strada di Scorrimento a Mare (SSM). L’intervento denominato “Lotto 10 SSM” costituisce opera prevista all’interno dell’Accordo di Programma per la dismissione aree ex Acciaierie ILVA (AdiP 29/11/1999 ed Atto Modificativo all’AdiP 8/10/2005) ed è a cura della Societa’ per Cornigliano, inoltre è prevista la riqualificazione di via Cornigliano, sgravata di traffico dalla Strada di Scorrimento a Mare

le modifiche ed il potenziamento della viabilita’ di accesso da sud (via dell’Acciaio) al nuovo insediamento Erzelli a fronte dell’aumento di utenza indotto dalle funzioni insediate ed insediande, il progetto è a cura di GHT

l’adeguamento di via Siffredi conseguente all’inserimento della fermata ferroviaria di Aeroporto /Erzelli (GATE/attività 2.2) ed all’inserimento della Strada di Scorrimento a Mare sulla viabilità urbana

Legando le direttrici interessate, la prima rotatoria, in quota sopra il lato monte di via Siffredi in corrispondenza del viadotto proveniente dall’aeroporto, oltre ai flussi da/per autostrada, intercetta anche via dell’Acciaio deviata eliminando il voltino di accesso diretto su via Siffredi e collegandola poi anche alla rotatoria di via Albareto.Schema del Nodo di Erzelli in fase di valutazione Due rotatorie costituiscono i fulcri principali del progetto allo studio.

La seconda rotatoria a livello di via Siffredi localizzata sotto i futuri raccordi con la SSM permetterà il passaggio di quota da via Siffredi a via Pionieri Aviatori d’Italia, che da senso unico passerà a doppio senso di marcia, confluendo nella rotatoria superiore.

Il progetto del nodo di Erzelli è compatibile con l’intervento di adeguamento di via Siffredi previsto dalla milestone 4 della progettazione G.A.T.E., tuttavia presenta alcune criticità da non trascurare in sede dello specifico progetto, quali lo sbalzo su via Siffredi, salvo diverse soluzioni, necessario per il dimensionamento della nuova rotatoria superiore. Inoltre dovrà essere demolita parte di via Pionieri Aviatori d’Italia, poichè la struttura poggia su rilevato e non su piloni rendendo impossibile ricavare, senza demolizioni, spazi sottostanti necessari per dimensionare la rotatoria stessa.

VIABILITA’ URBANA – ADEGUAMENTO DI VIA SIFFREDI (AURELIA)

La viabilità di livello locale subirà modifiche strutturali ed a livello di flussi veicolari, a seguito dell’attivazione della Strada di Scorrimento a Mare, all’ingresso di ponente di Cornigliano e, per la futura attivazione della galleria by pass dal Casello di Ge Aeroporto a Borzoli (NV01 – cantierizzazione del Terzo Valico dei Giovi). Tali interventi permetteranno di adeguare le sezioni stradali di via Cornigliano e di via Siffredi ad una mobilità più dolce sino a via Sestri connettendo in questo modo le due isole ambientali previste dal PUM.

Per via Cornigliano è stato recentemente approvato un pre-progetto vincitore del concorso per la riqualificazione ed adeguamento alla mobilità sostenibile della via, indetto dalla Società per Cornigliano, sempre nell’ambito delle prestazioni previste dall’AdiP per le ex aree ILVA (1999/2005).

Nel progetto preliminare di localizzazione della nuova fermata ferroviaria Aeroporto/Erzelli (GATE – ATT. 2.1) , la revisione del piano del ferro evidenzia l’occupazione parziale della sede stradale di via Siffredi (S.S. Aurelia), proprietà del Comune di Genova, per un tratto di ca 200/300 ml e per una superficie stimabile intorno ai 1700 mq. Attualmente la sezione viaria è di circa 16m oltre i marciapiedi da entrambe le parti.

La realizzazione dei lavori ferroviari comporterà l’adeguamento del tracciato viario per recuperare la porzione di sede stradale occupata, impegnando conseguentemente alcune aree a monte della via Siffredi, principalmente di proprietà del Comune di Genova e per parti minori di A.N.A.S. spa e di Consorzio Autonomo del porto di Genova, ad oggi aree e terrapieno gerbido od utilizzate come parcheggio libero.

Le strozzature che si vengono a creare sulla viabilità, interessano in particolare il tratto di fronte all’ingresso della futura fermata e quello in corrispondenza del cavalcavia che dovrà essere demolito e ricostruito per l’interferenza dei piloni di sostegno con i nuovi binari, individuando allo scopo un alternativa efficiente che soddisfi temporaneamente i flussi di traffico in entrata verso le direzioni di Aeroporto, delle attività produttive insediate (ILVA, Autoparco Autorità Portuale, Derrick) di servizi (Poste, TNT) e del comparto residenziale e turistico del Borgo e della Marina di Sestri.

Allo stato, nel progetto ferroviario (GATE – ATT. 2.1), viene proposta una sede stradale ridotta a circa 14.50m oltre i marciapiedi di 1.5m per lato, da verificare ed adattare in base agli standard stradali. Nell’ambito dell’attività di progettazione di sua competenza (ATT 2.2) è intenzione della Civica Amministrazione adeguare la sede viaria all’obiettivo delle previsioni pianificatorie del PUC adottato nel 2015 (LIV 2 tav 5bis) che prevede il raggiungimento di una continuità nel sistema ciclo-pedonale cittadino.

Nel progetto di demolizione e ricostruzione della spalla del cavalcavia lato monte, si dovrà tener conto in particolar modo della prevista nuova rotatoria del Nodo viario di Erzelli che, localizzata in adiacenza al viadotto, distribuirà i flussi principali da/per le varie direzioni. Le trasformazioni comporteranno la chiusura dell’attuale voltino di sbocco, su via Siffredi, di via dell’Acciaio, quest’ultima, modificata nella parte finale, verrà connessa nel progetto alla suddetta nuova rotatoria.

Mobilità dolce – percorso ciclopedonale

L’adeguamento alla mobilità ciclopedonale nel tratto stradale interessato, comporterà alcune criticità per le intersezioni con la viabilità secondaria, pertanto sono state valutate sia la soluzione della localizzazione sul lato mare di via Siffredi che quella sul lato monte:

Il lato monte della strada costituisce al momento la migliore localizzazione di una pista bidirezionale vera e propria, laddove possibile, o di un percorso ciclopedonale che collegherà le due isole ambientali (Sestri Ponente e Cornigliano), ma devono essere superate le criticità generate dall’intersezione del percorso con i flussi veicolari sulle tre rotatorie intercettate (esistenti e di previsione).

In ogni caso, il restringimento della sezione stradale per l’allargamento ferroviario e, l’inserimento del percorso ciclabile, impongono di ricavare spazio a monte, facilmente nel tratto dalla fermata alla rotatoria di via  Albareto, in modo più complesso, data la presenza di un muro di sostegno di un terrapieno, nei pressi del cavalcavia che proviene dall’Aeroporto e che per realizzare il nuovo piano del ferro dovrà essere demolito.

Nel progetto di ricostruzione del viadotto è necessario verificare la compatibilità con il progetto della nuova rotatoria del nodo di Erzelli e dell’adeguamento stradale sottostante, la cui realizzazione comporterà uno sbalzo della struttura in quota proprio dove il viadotto stesso si appoggia, cercando di limitare al minimo lo sbancamento del terrapieno su cui poggerà la spalla.

Mobilità dolce – percorso ciclopedonale lato monte via Siffredi

ACCESSIBILITA’ AL NODO INTERMODALE ED ALLA FERMATA FERROVIARIA

ACCESSO DA VIA SIFFREDI (AURELIA) AI SERVIZI ED ALLA FERMATA FERROVIARIA

Il progetto di sistemazione della fermata ferroviaria, destinato principalmente all’utenza pedonale prevede l’individuazione di spazi Kiss & Ride, sosta taxi e bus davanti all’ingresso su via Siffredi.

In caso siano insufficienti le aree previste per l’attestamento di capolinea e/o fermate bus, si propone di individuare ulteriori spazi nella rimanente porzione di area a raso lato monte di via Siffredi, considerato che la vicinanza della rotatoria permetterebbe di effettuare agevolmente la fermata dei bus sui due lati della strada, che potrà essere dotata di attraversamento pedonale semaforizzato, mentre gli utenti della fermata con mezzi privati, troveranno aree di parcheggio all’interno del nodo intermodale facente parte della riorganizzazione degli spazi aeroportuali.

ACCESSO DAL NODO INTERMODALE AI SERVIZI ED ALLA FERMATA FERROVIARIA

L’accesso lato mare alla fermata ferroviaria attraverso il nodo intermodale, avvicinerebbe positivamente al trasporto pubblico anche i più recenti insediamenti della Marina e del porticciolo di Sestri che attualmente si trovano in una situazione di parziale isolamento essendo localizzati a mare del canale infrastrutturale viario e ferroviario costiero.L’utenza interessata alla fruizione dei servizi di trasporto forniti dal nodo intermodale previsto nel Piano di Sviluppo Aeroportuale con il potenziamento delle attività dello scalo aereo, come evidenziato dal progetto preliminare della cabinovia è caratterizzata da modalità di accesso ed utilizzo diverse a seconda delle destinazioni delle persone che si spostano da/per la fermata ferroviaria, da/per Aeroporto, da/per l’insediamento di Erzelli (università, eventuale localizzazione dell’ospedale, imprese, ecc), da/per il centro città ed il porto commerciale.

RILIEVO TOPOGRAFICO

Per l’attività di progettazione dell’adeguamento viario di via Siffredi alla mobilità dolce ciclo-pedonale è stato prodotto un nuovo rilievo, tramite competenze professionali interne alla struttura Comunale, geo-referenziato in base alla Carta tecnica Comunale (C.T.C. 1:1000) (sistema di proiezione Gauss-Boaga -Tav. 3614).

Tale attività è stata ritenuta necessaria a causa delle notevoli modificazioni intervenute al territorio interessato dal progetto stradale dal momento delle precedenti rilevazioni ad oggi, pertanto è stata utilizzata una porzione assai marginale dei precedenti rilievi, provvedendo alla rilevazione integrale delle parti nuove e di quelle modificate. Il prodotto in formato digitale è stato appositamente strutturato in modo da distinguere le parti relative ai rilievi precedenti.

L’elaborato finale prodotto, consta di 13 tavole formato A1 in scala 1:200. Per un uso più versatile, sebbene la rappresentazione grafica sia impostata per un altra scala, si è provveduto a suddividere il rilievo anche in tavole formato A1 in scala 1:500.